Free-go sostenibile

Free-go sostenibile
14 luglio 2015 c4web

Lo spreco di cibo è uno dei tanti paradossi del mondo contemporaneo a causa della dimensione che questo fenomeno ha raggiunto. In termini globali lo spreco alimentare ammonta a 1,3 miliardi di tonnellate ogni anno: 900 milioni tra il campo e il banco di vendita, il resto prevalentemente nel consumo domestico.
In tutto questo è anche necessario calcolare il pesante impatto ambientale prodotto: da un lato l’impiego massiccio di risorse ed energia, che servono per produrre il cibo, dall’altro una grande quantità di rifiuti che per essere smaltiti provocheranno un’ulteriore spreco di risorse.
E allora davvero un frigorifero stracolmo è sinonimo di benessere? Le soluzioni ci possono essere, bisogna solo tradurle in consapevolezza e comportamenti.
Attraverso un’attività di scoperta e di indagine presso il supermercato ci proponiamo di avviare una riflessione sui nostri stili di vita fornendo una panoramica sul fenomeno dello spreco alimentare e un’analisi di ciò che spesso guida le nostre scelte

icon box image

durata

Un incontro di tre ore.

icon box image

destinatari

Scuola secondaria di primo grado.

icon box image

parole chiave

Spreco, alimentazione, strategie di vendita, conservazione, sicurezza alimentare, sostenibilità

Potrebbero anche interessarti

Lug24
Coop per l’arte
Coop per l’arte

La lingua monumentale dell’arte è quella che ha reso unico al mondo il territorio, dell’Italia e che, lungo i secoli, ha reso noi tutti «italiani» per ius soli culturale.

Lug25
Alla scoperta del cibo
Alla scoperta del cibo

Questa iniziativa si propone di suscitare nei bambini/e la curiosità nei confronti del variegato mondo degli alimenti, delle loro provenienze, delle loro combinazioni.

Lug23
Ma che razza di razza!
Ma che razza di razza!

Che idee abbiamo della razza? E che collegamento c’è tra razza e razzismo? Quali sono i meccanismi culturali che supportano il razzismo? E come funzionano?
E ancora: gli italiani sono razzisti?