Nessun uomo è un’isola

Nessun uomo è un’isola
2 agosto 2017 Francesco

Lentamente stiamo perdendo l’abitudine di confrontare le nostre opinioni e comunicare con chi condivide con noi lo spazio quotidiano. Il termine accoglienza evoca apertura, ascolto: accogliere l’altro da me significa proprio essere disponibili e partecipi nei confronti delle tante storie che si intrecciano nelle comunità in cui viviamo.

Accogliere ed essere accolti è alla base del benessere individuale e collettivo di ciascuno di noi.

Attraverso attività partecipative il percorso si propone di riflettere su stereotipi e pregiudizi, incoraggiando a vedere il mondo con altri occhi, stimolando la consapevolezza di essere a tutti gli effetti cittadini interconnessi.

icon box image

destinatari

Terzo anno della scuola secondaria di primo grado.

icon box image

durata

Due incontri di due ore ciascuno. In classe.

icon box image

parole chiave

stereotipi, responsabilità, empatia, accoglienza, interazione, comunità, ascolto

icon box image

finalità

Promuovere attività che permettano di “mettersi nei panni di…”, per comprendere i differenti punti di vista degli altri. Favorire atteggiamenti di interazione e prossimità fra le persone per decostruire stereotipi e pregiudizi.

Potrebbero anche interessarti

Lug24
Coop per l’arte
Coop per l’arte

La lingua monumentale dell’arte è quella che ha reso unico al mondo il territorio, dell’Italia e che, lungo i secoli, ha reso noi tutti «italiani» per ius soli culturale.

Lug25
Alla scoperta del cibo
Alla scoperta del cibo

Questa iniziativa si propone di suscitare nei bambini/e la curiosità nei confronti del variegato mondo degli alimenti, delle loro provenienze, delle loro combinazioni.

Lug23
Ma che razza di razza!
Ma che razza di razza!

Che idee abbiamo della razza? E che collegamento c’è tra razza e razzismo? Quali sono i meccanismi culturali che supportano il razzismo? E come funzionano?
E ancora: gli italiani sono razzisti?