Paesaggi di Memoria

A memoria d’uomo

Proposta per la Scuola Secondaria di II grado

Le celebrazioni e le commemorazioni acquistano senso quando ci aiutano a formare una coscienza civica, quando contribuiscono a costruire il “noi”, una identità collettiva. E’ allora che la memoria chiama in causa la responsabilità.
Per alimentare nei ragazzi e nelle ragazze la propria voglia di crescere e di non fermarsi alla superficie delle cose ci si interroga sul significato del ricordare e sul concetto di memoria storica. Perché responsabilità vuol dire lotta all’indifferenza.
Il progetto, che comprende anche la visita al Memoriale in onore degli italiani caduti nei campi di sterminio nazisti, offre alle classi alcuni spunti di riflessione che sottolineano come la memoria non debba essere un semplice rituale del ricordo ma un luogo dell’anima e della storia perché “noi siamo la memoria che abbiamo e la responsabilità che ci assumiamo” (Josè Saramago)

Destinatari Scuola secondaria di secondo grado.
Durata Un incontro di circa 4 ore.
Parole Chiave Ricordo, memoria, responsabilità, emozioni, conflitto, identità.
Finalità Riflettere sul concetto di memoria attraverso il potere suggestivo ed emozionale del linguaggio artistico.
Fornire elementi di conoscenza su alcune modalità con le quali le generazioni del secondo dopoguerra in Europa hanno scelto di mantenere vivo il legame tra passato e presente.
Favorire una riflessione comune sui valori fondanti delle nostre comunità a partire dal concetto di memoria collettiva.
E’ bene sapere che: Per i docenti che aderiscono al progetto è previsto un incontro di approfondimento che si svolgerà presso il Memoriale in onore degli italiani caduti nei campi di sterminio nazisti, che ha sede a Firenze.
L’esperienza con la classe si svolge a Firenze e prevede un momento di riflessione sulla memoria e la visita al Memoriale.
Lo spostamento per Firenze è a carico della scuola.

MULTIMEDIA