PAESAGGI DI MEMORIA

Vite a teatro

Proposta per la Scuola Secondaria di I e II grado

Il teatro nasce dove ci sono delle ferite, dove ci sono dei vuoti… E’ lì che qualcuno ha bisogno di stare ad ascoltare qualcosa che qualcun altro ha da dire a lui. (Jacques Copeau)

Da sempre il teatro porta in scena storie di determinazione, coraggio, passione e fede nel nome della libertà e del rispetto della persona. Sono “storie esemplari” di singoli individui ma al tempo stesso raccontano il destino di tante persone continuando in ogni tempo ad interpellare le nostre sensibilità, testimoniando la passione e scuotendo ancora oggi le coscienze individuali.
L’appuntamento con il teatro sarà preceduto da un incontro in classe nel quale ragazzi e ragazze saranno sensibilizzati all’ascolto ed allenati a diventare spettatori attivi, affinché, “anche quando non se ne
avvedano, ne riportino qualcosa che li aiuti a decidere nella loro vita individuale e nella loro responsabilità sociale”. (Lettera programmatica per il Piccolo Teatro di Milano-1947).
La mediazione tra chi “fa” teatro e chi lo fruisce faciliterà così la riflessione su temi di forte attualità quali il pregiudizio e ogni forma di razzismo e discriminazione.

Destinatari Ultimo anno della scuola secondaria di primo e scuola di secondo grado.
Durata Un incontro in classe di due ore e la partecipazione ad una rappresentazione teatrale a tema.
Parole Chiave Partecipazione, ascolto, pregiudizio, cittadinanza, consapevolezza.
Finalità Sensibilizzare all’ascolto partecipato ed allenare a diventare spettatori attivi.
E’ bene sapere che Lo spostamento per il teatro è a carico della scuola.

MULTIMEDIA